ARTISTI

SERGIO CAPUZZIMATI: INTIMISTICA VISIONE DELLA MEMORIA E DEI SENTIMENTI 

Sergio Capuzzimati nasce a Taranto nel 1977. Seguendo una innata predisposizione e passione per l’Arte in ogni sua forma, si affaccia sin da giovanissimo a questo affascinante e coinvolgente mondo. Approda alla pittura come autodidatta, la sua prima produzione persegue correnti metafisico-surreali. Grande estimatore del Maestro De Chirico, Capuzzimati riconosce il grande valore che ha ogni elemento nello spazio, diviene attento osservatore delle regole della prospettiva, applicando sapientemente il chiaroscuro. La capacità tecnica è affinata dai suoi studi che lo hanno portato alla professione di Architetto e, il suo gusto estetico, dalla specializzazione nella progettazioni di interni.





La sua attività pittorica matura negli anni e lo conduce, oggi, ad una produzione più intimista e introspettiva, cosicché quelle sculture di pietra o di marmo, reminiscenze metafisiche, ora prendono vita e forma più umana traducendosi in figure femminili, dai toni monocromatici ora dei grigi, ora tendenti al blu, quasi nero. L’eleganza e la sinuosità delle forme femminili, è interrotta dal colore, schizzato o gocciolante sulla tela con un gesto diretto a cogliere l’attenzione del fruitore, a fissare l’immagine nella memoria e, nel tempo, l’emozione originata dal ricordo.

Spesso l’artista utilizza, per raggiungere questa finalità, vernici di colore rosso, probabilmente non solo per una scelta estetica di contrasto, ma rosso perché è il colore della linfa vitale, dell’amore quale sentimento della passione; rosso è la luce del fuoco quale volontà di azione dell’uomo, in contrasto con la casualità delle cose. Quelle macchie di colore, originate dal gesto istintivo, esprimono in realtà la volontà di lasciare un segno. Così, l’immagine nitida di donna, sapientemente dipinta, sebbene volutamente “deturpata” da questo atto gestuale, mantiene pur sempre salva la funzione estetica dell’opera.

Nel corso degli anni l’attività espositiva dell’artista si traduce in mostre personali e collettive e in partecipazioni a concorsi di pittura. Nel 2006 ottiene il Premio della Giuria alla  8^ edizione del “Premio Internazionale d’Arte S. Crispino” a Porto S. Elpidio (AP). Nel 2007 è Primo classificato al “Premio Marturano-Donna tra immagine e realtà” a Taranto. Nel 2008 è finalista alla 2^ edizione del “Premio Internazionale d'arte Arcaista” a Tarquinia (VT); selezionato al 4° concorso nazionale “La Spadarina-custodito nel cuore” a Piacenza; Primo classificato al Concorso per la creazione del logo ufficiale della III Circoscrizione “Città Vecchia-Borgo” a Taranto. Nel 2009 ottiene il Premio di segnalazione al Concorso “Le mie regine” a S. Marzano di S. Giuseppe (TA), indetto dall’Ass. Cult. Sèmata.

Tra le mostre, nel 2006: Masseria “La Penna”a  Taranto; Villa Baruchello a Porto S. Elpidio (AP). Nel 2007: “Masseria Montefusco”, S. Giorgio Jonico (TA). Nel 2008: “Le due realtà”, Galleria “ArtigianArte” aTaranto; Galleria Poliedro a Trieste; Galleria “La Spadarina” a Piacenza. Nel 2009: 12^ Rassegna d’arte visiva-Città di S. Giorgio Jonico (TA); “Donna off-limits”, Castello d’Ayala-Valva a Carosino (TA); “Le maestre del colore e i cavalieri dell’arte”, Castello Spagnolo a Statte (TA); “Segni nell’anima”, Palazzo Imperio, S. Giorgio Jonico (TA); presso la Galleria Comunale Castello Aragonese a Taranto: “Tra i colori, l’applauso del silenzio” a cura dell’Ass. Il Melograno e “Autunno in Galleria” a cura dell’Ass. Sémata.