EVENTI ARTE


GRANDE SUCCESSO PER IL GIARDINO DELL'ARTE

Il Giardino dell’Arte è l’accattivante titolo della Rassegna ideata dalla Folder Immagine srl e dall’Associazione Culturale Sèmata, che si è svolta presso la Tenuta Montefusco a Taranto.
Per un’intera giornata la struttura si è trasformata in officina dell’Arte, diventando scenario di incontri tra pittura, scultura, musica e poesia.

Il programma degli eventi, che a partire dalla mattina si sono snodati sino a sera, ha visto gli artisti cimentarsi in un’estemporanea lungo i viali e i giardini verdeggianti.
Numerosi i visitatori che hanno potuto godere di uno spettacolo tra arte, natura ed architettura, tra addetti ai lavori e non, accomunati dal desiderio che la cultura e le potenzialità del territorio jonico crescano e si fortifichino.

Questi i nomi degli artisti: Antonia Acri , Augusto Ambrosone, Anna Maria Ancona, Enzo Angiuoni, Marcello Buccolieri, Angelo Cesario, Gianluca De Luca, Sergio De Mitri, Maria Teresa Di Nardo, Giuseppe Fasto, Gianfranco Gatto, Letizia Gangemi, Alessandra Guttagliere, Giuseppina Gravina, Rocco Grippa, Domenico Lippo, Ciro Lupo, Carmen Manco, Giovanna Policicchio, Davide Rochira, Gianfranco Vasile, Antonella Zinno.
Con loro gli allievi del Liceo Artistico Lisippo: Deborah Avvantaggiato, Katiuscia Avvantaggiato, Simona Avvantaggiato e Claudia Lippo.

Come entrare in un alveare, dove api laboriose sono intente a produrre il loro miele, così gli artisti ingegnosamente al lavoro, hanno dato sfogo alla loro fantasia e creatività realizzando ognuno a modo proprio e secondo il proprio stile, delle opere rappresentative del paesaggio circostante, rappresentando chi i giardini, chi il cortile interno con il campanile e la piccola e caratteristica cappella, chi il prospetto dell’imponente facciata.

Il genere di pittura utilizzata non è stata solo quella figurativa; altrettanto efficaci le rappresentazioni dai caldi e brillanti colori di un genere astratto, o di quello surrealista e metafisico. Tra il verde dei prati, sotto gli alberi o all’ombra dei bianchi ombrelloni, sui cavalletti, dalle anonime tele ancora vergini, ecco emergere le immagini, impresse con i più svariati colori e realizzate con le più disparate tecniche, dalla tempera, all’acquerello, dalla pittura su vetro, all’affresco e collage.
Pennelli, spatole, olio e trementina hanno preso la loro giusta collocazione, diventando soggetti di una particolare, quanto originale sceneggiatura, amalgamandosi alla struttura in un’atmosfera quasi fiabesca, facendo di ogni angolo, ogni proiezione uno spunto d’ispirazione.

Visitare i giardini della Tenuta Montefusco ed imbattersi in un artista all’opera, vedere il nascere e crescere dell’idea e quel bianco della tela trasformarsi e diventare opera compiuta, ha dell’affascinante.
Scommettere su quello che sarà raffigurato ed iniziare ad immaginarlo nella propria mente. Proseguire poi attratti dal picchiettio del martello che batte su di uno scalpello e vedere uno scultore all’opera, sentirsi in una fabbrica di fantasia, inebriati dall’odore dei colori. Così da un inanimato blocco di pietra l’artista dà vita ad un “dio dei boschi”.

Incontrarsi, confrontarsi, scambiarsi idee e spunti di riflessione, questa è stata la scommessa che l’Associazione Culturale Sèmata, che ha curato l’organizzazione dell’evento, ha promosso.
Un’idea che ha potuto prendere corpo grazie alla disponibilità di Gianfranco Paciolla, amministratore unico della struttura ospitante, nonché grande estimatore d’Arte che ha da subito creduto nel progetto, contribuendo a dare alla cultura del nostro territorio il valore che merita.

Nel corso della serata si è realizzato un connubio tra le diverse forme d’Arte: da quella pittorica a quella poetica e musicale.
Per tutta la giornata in esposizione le opere da studio degli artisti, alle quali si è poi aggiunta la sezione dedicata a quelle realizzate in estemporanea.
Una splendida  cornice, quella pittorica, che ha fatto a sua volta da cornice ad un’altrettanto imponente ed elegante struttura, quella del Montefusco, quasi ad immaginare una matrioska fatta di opere una nell’altra.
L’atmosfera della piacevole serata all’aperto è stata allietata dalla straordinaria voce solista di Francesca Bicchierri accompagnata dalla chitarra di Fabio Pignatelli.
Ed ancora musica col flauto traverso di Mario Notaristefano ed il pianoforte di Eleonora Abatangelo che hanno fatto da sottofondo alle declamazioni poetiche di Luciana Abbattista, Ornella Carrino, Francesco Catapano, Tommaso Mario Giarracuni, Ester Lepore, Lorenza Pisanello, Rita Santoro Mastantuono, Francesca Tinelli e Anna Marinelli che ne ha magistralmente condotto la presentazione. Entusiasmante l’interpretazione dei versi di Garcia Lorca dell’attrice Imma Naio.

Nel corso della serata il Presidente della Sèmata Maria Teresa Di Nardo ha consegnato ai partecipanti un attestato, segnalando l’opera pittorica dell’artista Rocco Grippa , scelta per restare in mostra permanente presso le eleganti e raffinate sale interne della Tenuta Montefusco.

L’Arte è la maniera più efficace per mettere in relazione l’uomo con l’ambiente, una occasione di aggregazione e di stimoli per creare qualcosa che vada anche oltre l’opera d’Arte.
Questa la finalità di eventi come “Il Giardino dell’Arte”, e la folta platea accorsa ne ha decretato sicuramente il successo.

ARTISTI

Egidio Bitonto: viaggio nel mito e nella leggenda
EGIDIO BITONTO: VIAGGIO NEL MITO E NELLA LEGGENDA  Egidio Bitonto n...
Vanna Laera: la gioia della vita in un'esplosione di colori
VANNA LAERA: LA GIOIA DELLA VITA IN UN'ESPLOSIONE DI COLORI Vanna L...
Rosa Ressa: sentimento e nostalgia tra luci e colori tenui
ROSA RESSA: SENTIMENTO E NOSTALGIA TRA LUCI E COLORI TENUI Rosa Res...
Franco Clary: un'altalena tra sogno e realtà
FRANCO CLARY: UN'ALTALENA TRA SOGNO E REALTA' Una vita al servizio ...
Giuseppina Gravina: vetro e fantasia diventano arte
GIUSEPPINA GRAVINA: VETRO E FANTASIA DIVENTANO ARTE  Giuseppina Gra...
Antonella De Santis: l'arte di sabbia
ANTONELLA DE SANTIS: L'ARTE DI SABBIA  Antonella De Santis è nata ...
Maria Teresa Di Nardo: le favole che diventano realtà
MARIA TERESA DI NARDO: LE FAVOLE CHE DIVENTANO REALTA'  Maria Tere...
Ciro Lupo: artista sensibile al richiamo della sua terra
CIRO LUPO: ARTISTA SENSIBILE AL RICHIAMO DELLA SUA TERRA  Ciro Lupo...
Giuseppe Amoroso De Respinis: equilibrio nelle luci e colori
GIUSEPPE AMOROSO DE RESPINIS: EQUILIBRIO NELLE LUCI E COLORI  Giuse...
Antonella Zinno: la realtà con fantasia e colori
ANTONELLA ZINNO: LA REALTA' CON FANTASIA E COLORI Antonella Zinno h...
Gianfranco Vasile: i colori dell'anima
GIANFRANCO VASILE: I COLORI DELL'ANIMA Gianfranco Vasile è un arti...
Laura Maniscalco Blasi: La poetessa del colore
LAURA MANISCALCO BLASI: LA POETESSA DEL COLORE Laura Maniscalco Bla...
Letizia Gangemi: colori e forme in libertà
LETIZIA GANGEMI: COLORI E FORME IN LIBERTA' Maria Letizia Gangemi, ...
Marcello Buccolieri: i colori del legno
MARCELLO BUCCOLIERI: I COLORI DEL LEGNO Marcello Buccolieri na...
Banner
Banner
Banner

VENDESI

Maria Teresa Di Nardo - Notturno
Antonio Restaino - Beirut
Laura Maniscalco Blasi - L'origine del firmamento
Antonia Acri - Il profumo dei ricordi
Canon Eos 3
Colonna portacandela
Banner

SPECIALI

Carosino Terra del Vino
CAROSINO TERRA DEL VINO Cenni storici Nella ricostruzione del passato, gli studiosi hanno rinvenuto...
Banner

PAGINE UTILI

BAR TABACCHI ARGENTO - TARANTO
BAR TABACCHI ARGENTO - TARANTO Bar Tabacchi Argento... non sol...
BAR ARGENTO - STATTE (TARANTO)
BAR ARGENTO - STATTE (TARANTO) Bar Argento, per i vostri momen...
PANIFICIO FOCACCERIA GASTRONOMIA LA BAGUETTE - SAN VITO (TARANTO)
PANIFICIO FOCACCERIA GASTRONOMIA LA BAGUETTE - SAN VITO (TARANTO)&n...
FOLDER IMMAGINE SRL - TARANTO
FOLDER IMMAGINE SRL - TARANTO Folder Immagine srl è nata nel ...
CAFFE' DELLE ROSE - MARTINA FRANCA (TARANTO)
CAFFE' DELLE ROSE - MARTINA FRANCA (TARANTO) Di padre in figli...
STUDIO CONTE FRANCESCO - TARANTO
STUDIO CONTE FRANCESCO - TARANTO Lo Studio Conte Francesco ope...
Antonella Zinno: la realtà con fantasia e colori
ANTONELLA ZINNO: LA REALTA' CON FANTASIA E COLORI Antonella Zinno ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Bari, conseguendo il diploma in Scenografia. La propria attività inizia nel 1970 e, dopo una breve pausa, riprende ...