L'OCCHIO PARLANTE NOTIZIE

ginosa_contro_chiusura_tac_castellaneta_00

GINOSA CONTRO CHIUSURA TAC CASTELLANETA 

Ginosa, Laterza, Palagianello: sono i tre comuni che, assieme a quello di Castellaneta, fanno parte del Distretto Socio – Sanitario n° 1. Pertanto, qualunque siano le riduzioni operate dall’Asl sull’offerta sanitaria in seno al nosocomio castellanetano, "finiscono, inevitabilmente, per compromettere il diritto alla salute di ben quattro comunità, ma non solo, se si considera che l’ospedale di Castellaneta serve anche le utenze dei Comuni di Mottola e Palagiano, pur essendo comuni appartenenti ad un altro Distretto. E, allora, solo facendo fronte comune, senza ricorrere a strumentalizzazioni politiche, è possibile mantenere alta l’attenzione su una questione, il progressivo depauperamento dell’offerta sanitaria dell’ospedale castellanetano, che interessa tutti, indistintamente". E’ quanto si legge in un comunicato stampa, giunto dal Palazzo Municipale di Ginosa (TA), a firma congiunta del Sindaco Luigi Montanaro, del Presidente del Consiglio Comunale Vito De Palma e di Leonardo Galante, delegato Sindaco di Marina di Ginosa.

ginosa_contro_chiusura_tac_castellaneta_01

"Se è vero, come lo è – continua la stessa nota – che anche i ginosini ed i marinesi hanno aderito alla raccolta delle 2.500 firme per sollecitare il ritorno del dott. Scarcia nel reparto di Cardiologia, allora è anche vero che questa comunità, come le altre del Distretto, hanno come unico ed immediato approdo per la cura della propria salute l’ospedale di Castellaneta. Pertanto, risulta indispensabile che, dopo la chiusura della Rianimazione, ormai resa inutilizzabile da anni e la continua fuga di professionalità, vista anche la scarsa disponibilità di macchinari, che garantiscano un servizio d’eccellenza, almeno si tenti di alzare delle barricate istituzionali e collettive per opporsi all’ultima trovata dell’Asl: la chiusura, dal 1° novembre prossimo, della Tac e la riduzione della Diagnostica per Immagini, ovvero lo stop, per 12 ore, al giorno, dell’unità radiologica; un altro ennesimo tentativo, questo dell’Asl, giunto, almeno per il momento, a buon fine, che non fa altro che accentuare il già evidente ed indiscusso stato di abbandono in cui versa l’ospedale di Castellaneta".

ginosa_contro_chiusura_tac_castellaneta_02

"C’è da chiedersi – continuano il Sindaco Montanaro, Vito De Palma e Leonardo Galante – quanta considerazione abbia la Direzione Generale dell’Asl delle circa 32mila prestazioni, registrate annualmente nel polo ospedaliero della zona occidentale di Taranto, compreso pure il pronto intervento di Ginosa e degli oltre 4mila interventi operati nelle sale operatorie, pur senza la garanzia di una necessaria Rianimazione. Assistiamo ad un’altra scelta scellerata dell’Asl, che continua a penalizzare la sanità ionica ed, in particolare, quella del versante occidentale, di fronte alla quale non si può continuare a tacere passivamente".
"Ginosa e Marina di Ginosa, con i propri rappresentanti istituzionali e le proprie comunità – termina la nota – saranno in prima linea in qualsiasi iniziativa di protesta, che questo territorio, in maniera congiunta, vorrà intraprendere, per difendere i cittadini, il loro diritto alla certezza della cura".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
2001 - Dal Parlamento: Giancarlo Cito
2001 - DAL PARLAMENTO: GIANCARLO CITO  Nel corso della Tredice...
Banner

SPECIALI AZIENDE

Donna Carmela, primo hotel botanico
DONNA CARMELA, PRIMO HOTEL BOTANICO Immersa in un vivaio di piante mediterranee, Donna Carmela vi aspet...
Banner