Il pugliese Graziano Galatone al Notre Dame de Paris

La tournée per il ventennale di Notre Dame De Paris continua in scena all’Arena di Verona sabato 8, domenica 9 e lunedì 10 ottobre con il cast originale del 2002.

L’inarrestabile successo di Notre Dame De Paris, spettacolo che in due decadi di storia italiana, ha visitato 49 città per un totale di 172 appuntamenti e 1.471 repliche complessive.

Sono stati oltre 350mila gli spettatori provenienti da tutto il mondo che hanno potuto emozionarsi all’Arena di Verona, luogo emblema dell’opera mondiale, con questo successo internazionale che, dal 12 settembre 2002 ad oggi, ha ospitato 42 repliche di Notre Dame De Paris.

La tournée, prodotta da Clemente Zard con la collaborazione di Enzo Product Ltd, interamente curata e distribuita da Vivo Concerti, è partita il 3 marzo da Milano proseguendo poi ad Ancona, Jesolo (VE), Firenze, Roma, Reggio Calabria, Lugano, Genova, Codroipo (UD), Lanciano, Ferrara, San Pancrazio Salentino, Pula (CA), Palermo, Torre del Lago (LU), Milano, Verona, Napoli, Bari, Catania, Eboli, Casalecchio di Reno (BO), Torino e si concluderà a dicembre 2022 a Trieste; in Puglia è dal 2 al 6 novembre al PalaFlorio di Bari.

In occasione del tour di celebrazione del Ventennale, Lola Ponce è in scena nei panni di Esmeralda e insieme a lei ci saranno Giò Di Tonno (Quasimodo), Vittorio Matteucci (Frollo), Leonardo Di Minno (Clopin), Matteo Setti (Gringoire), Graziano Galatone (Febo), Tania Tuccinardi (Fiordaliso).

A vent’anni dall’esordio dell’opera sui palchi d’Italia il 14 marzo del 2002 al GranTeatro di Roma Notre Dame De Paris ha in scena l’intero cast originale del debutto; inoltre, special guest d’eccezione di alcune delle date speciali del tour, saranno Claudia D’Ottavi e Marco Guerzoni, nelle vesti di Fiordaliso e Clopin, di cui sono stati i primi interpreti nel 2002.

Il pugliese di Notre Dame De Paris è Graziano Galatone di Palagianello che, dopo una lunga gavetta, nel 2000 entra nella band di Edoardo Vianello comepercussionista; nel 2002 raggiunge la celebrità come interprete di musical, entrando a far parte del cast dell‘opera moderna “Notre Dame De Paris” di RiccardoCocciante, con l’importante ruolo di capitan Febo.

Stringe anche un forte legame con Lucio Dalla e nel 2003 interpreta il ruolo di Cavaradossi nell’opera “Tosca. Amore disperato” scritta dal cantautore bolognese; la sua collaborazione con Dalla prosegue nel 2006 con la realizzazione dell’arrangiamento di “Disperato erotico stomp” per la “Notte della Taranta” a Melpignano e successivamente scrive per lui il brano “Fiuto” per l’album “Angoli nel cielo” cantato dallo stesso Dalla e dal premio Oscar Tony Servillo. Nel 2004 entra a fare parte del cast della fiction “Il maresciallo Rocca 5” interpretata da Gigi Proietti. La sua carriera di interprete teatrale prosegue nel 2006 con l’opera musicale “Il principe della gioventù” del premio Oscar Riz Ortolani, dove ottiene il ruolo daprotagonista interpretando Lorenzo il Magnifico. Nel 2009 è autore dell’opera “Bernadette, il miracolo di Lourdes” e nel 2010 interpreta Renzo Tramaglino nell’opera moderna “I promessi sposi” scritta e diretta da Michele Guardì, con le musiche del maestro Pippo Flora. Nel 2015 debutta come regista del prestigioso “Premio Rodolfo Valentino”. Nel 2016 esce il cd “Melodie”, una raccolta dei brani più celebri di musical e opere moderne. Nel 2018 è di nuovo in scena interpretando il ruolo del Conte Capuleti in “Romeo e Giulietta amore disperato” con la regia di Giuliano Peparini. Il 2019 è un anno molto intenso poiché partecipa al festival di Sanremo come ospite insieme a Riccardo Cocciante, Giò di Tonno e Vittorio Matteucci con i quali interpreta il brano “Bella” tratto da Notre Dame de Paris, viene scritturato dalla Rai come cantante e co-conduttore dei “Fatti vostri” su Rai 2 per la stagione 2019/2020 e contemporaneamente prosegue con il tour di “Notre Dame De Paris”. Da diversi anni Graziano collabora con alcune delle più prestigiose orchestre italiane, come cantante solista, per concerti e recital.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*