Destagionalizzazione del turismo a Mottola

Tantissimi turisti, italiani e stranieri, e non è ancora finita. Mottola, con l’attività del suo Infopoint, prosegue con il ricchissimo calendario di iniziative. Partite nel periodo estivo, si concluderanno soltanto il mese prossimo.

Destagionalizzazione” la parola chiave del progetto “Mottola, trekking & food experience, tra storia, arte e natura” che si concretizza con una serie di appuntamenti pensati anche per i prossimi giorni. Tutti gratuiti, grazie al bando per il potenziamento e qualificazione degli Infopoint turistici della regione Puglia, ma previa prenotazione e sino ad esaurimento posti disponibili. Teatro, escursioni a piedi e in bicicletta, visite guidate: proposte variegate, in collaborazione con alcune delle realtà più dinamiche del territorio.

Si comincia domenica 2 ottobre 2022 (ore 10) con “Theater in the caves”: visita guidata teatralizzata delle chiese rupestri in collaborazione con l’associazione I Cavalieri de li Terre Tarentine. L’archeologa e guida turistica Carmela D’Auria racconterà questi luoghi intrisi di fascino, accompagnata dai soldati in armatura che daranno vita a dei piccoli momenti di rievocazione storica con scene di combattimento. Tutto questo nel cuore della terra delle gravine, scenario naturale in cui- in epoca medievale- nacquero dei veri e propri insediamenti urbani in grotta impreziositi dalle chiese rupestri. Inizialmente luoghi di culto, ad oggi sono veri e propri capolavori in grotta, ricchi di affreschi e rimandi all’influenza bizantina. La visita si soffermerà, in particolare, nella chiesa di Sant’Angelo- inserita nel villaggio medievale di Casalrotto- un unicum in tutta l’Italia meridionale per la presenza di due piani ipogei (quello inferiore con destinazione funeraria) e nella chiesa di San Nicola, per la sua bellezza considerata la “cappella Sistina della civiltà rupestre”.

Il 9 ottobre (ore 9:30) natura protagonista con il trekking tour nel bosco di Sant’Antuono, in collaborazione con la cooperativa Serapia. Noto ormai come “bosco delle lucciole” per la visione della bioluminescenza nelle notti di primavera, è attraversato da percorsi di media e lunga percorrenza che si sviluppano negli oltre 500 ettari di querceti.

Infine, il 15 ottobre (ore 20:30, auditorium scuola Manzoni), grande attesa per la prima teatrale de “Il Misantropo” di Molière, in collaborazione con il Teatro delle Forche e con la regia di Carlo Formigoni, assistente regia Patrizia Fazio. Sul palco Giancarlo Luce, Sonia Convertini, Erika Grillo, Salvatore Laghezza, Dario Lacitignola. «C’è un personaggio da tutti molto stimato- si legge nella presentazione dello spettacolo- ma questo personaggio non stima nessuno, neppure la giovane donna di cui è innamorato. Lei però vuol essere rispettata e lotta con ogni mezzo per esserlo. I tempi sono cattivi: c’è una guerra in atto».

Scoperta del territorio attraverso percorsi esperienziali è la formula scelta per accogliere visitatori e turisti. Il progetto è finanziato dall’asse VI, azione 6.8 Interventi per il posizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. Le iniziative del 2 e del 9 ottobre prevedono la partenza dall’Infopoint (in via Lucania 1). Ingressi gratuiti sino ad esaurimento posti disponibili, prenotazione obbligatoria al numero 099.8867640 o info@mottolaturismo.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*