Legalità e trasparenza

Potenziare la prevenzione sui comportamenti illeciti durante le attività aziendali. Kyma Ambiente rilancia il suo impegno in tema di legalità, applicando le ultime novità legislative in materia. A tal proposito il Consiglio di amministrazione ha approvato il secondo aggiornamento del Modello di Organizzazione Gestione e Controllo secondo quanto disposto dal decreto legislativo 231/01 con nuove importanti disposizioni relative al contesto aziendale.

Parte integrante del modello organizzativo è il Codice etico aziendale, che definisce valori e principi di comportamento a cui dipendenti e terzi interessati devono attenersi. Con questa procedura, l’azienda in house del Comune di Taranto prosegue nel percorso di attuazione di ogni azione a salvaguardia della legalità e della trasparenza. A questi adempimenti, si unisce l’adesione volontaria al sistema di gestione per la prevenzione della corruzione (certificazione ISO 37001) il cui percorso di rilascio è stato avviato.

Il modello conferma la validità del canale, già attivato da tempo da Kyma Ambiente, del wistheblowing. Una metodologia di sicurezza e riservatezza finalizzata a inoltrare le segnalazioni di illeciti, anche in forma anonima, di cui il dipendente sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

“La tutela della legalità è una delle prerogative dal primo giorno del mio insediamento” – ha commentato il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli – “oltre al potenziamento dei servizi a favore della città, è di fondamentale importanza lavorare per diffondere la cultura della massima trasparenza a tutti i nostri dipendenti e invitare loro a collaborare a segnalare atteggiamenti sospetti. Ringrazio la direzione amministrativa, la dirigenza aziendale e i professionisti coinvolti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*